FINGER FOOD

Glam is … il Finger Food!

Adatto sia per aperitivi che come antipasto, il Finger Food letteralmente significa cibo mangiato con le mani, ma in realtà può essere mangiato anche con coltello e forchetta, bacchette o altri utensili.

Esempi di Finger Food più comunemente usato sono i salatini, cibo su stuzzicadenti, ali di pollo, involtini primavera,  patate fritte, vol au vent e arancini di riso. Ma il Finger Food ormai è diventato ben altro, e sia i cuochi famosi che le aziende di catering si stanno sbizzarrendo a creare proposte sempre più fantasiose.

Il Finger Food infatti sta avendo un grandissimo successo anche per eventi come i matrimoni, i fidanzamenti, i compleanni e altre celebrazioni. Per i matrimoni, in particolare, il finger food sta diventando sempre più popolare, perché meno costoso e offre più flessibilità di scelta di menu.

La preparazione consiste nel creare piccole porzioni di cibo di vario genere, sia dolce che salato, e servirle in adeguati contenitori, piccole ciotole di porcellana, cucchiaini, bicchierini multicolore di plastica, piattini di varie forme e così via, come potete vedere nella foto all’inizio dell’articolo, in modo da abbinare l’effetto visivo a quello del gusto. In effetti, come i grandi chef ci insegnano, anche nella cucina l’occhio svolge una parte di tutto rilievo e se quello che mangiamo è bello da vedere il gusto viene amplificato.

Eccovi alcuni esempi di Finger Food:
– piccola caprese di pomodoro e mozzarella con foglia di basilico (da servire in bicchierino)
– assaggio di caprino con marmellata di pomodori verdi (da servire su cucchiaino)
– insalatina di finocchi, arance e salmone condita con olio evo, limone e sale (da servire su piattino)
– gamberetti in salsa rosa su foglia di lattuga (da servire in coppetta)
– uovo di quaglia con maionese e erba cipollina (da servire su piattino)
– involtino di crudo di Parma con caprino e noci (da servire su piattino)
– piccola tartina al burro, Philadelphia, caviale e timo (da servire su piattino)
– tartare di spada o tonno olio e limone (da servire su cucchiaino).

Naturalmente c’è libero spazio per la vostra fantasia, anzi, segnalatemi qualche vostra idea o esperimento e ve la pubblicherò negli aggiornamenti di questo articolo!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: