I SUPER CIBI

La scienza, che li ha studiati in laboratorio, li definisce così perchè a quanto pare hanno in sè il potere di allungare la nostra vita e di garantirci buona salute. Vengono definiti alimenti funzionali perché mantengono inalterate nel tempo le funzioni biologiche dell’organismo, che col passare degli anni tendono a deteriorarsi, combattendo l’ossidazione cellulare e le infiammazioni cause della progressiva degenerazione delle cellule e dei tessuti. In realtà si tratta di alimenti naturali e semplicissimi, che probabilmente molti di noi usano già senza conoscerne appieno il potenziale. In questo articolo cercheremo di capire insieme come sfruttarli al meglio.

1.  IL TE’ VERDE
Di origine orientale, contiene polifenoli particolarmente benefici per la nostra salute. Le sue proprietà riconosciute sono la prevenzione dell’invecchiamento cellulare, l’azione antibatterica ed anticarie, una notevole capacità di bruciare grassi in eccesso se abbinato ad un corretto regime alimentare e ad un’adeguata attività fisica, un’azione di controllo sulla pressione sanguigna, sul colesterolo e sulla circolazione, un apporto interessante all’equilibrio degli zuccheri nel sangue con conseguente riduzione di rischio di diabete, e infine una buona protezione della nostra pelle dagli effetti dannosi dei raggi UV. Inoltre essendo un tè a basso contenuto di teina può essere assunto anche dagli ipertesi o da chi soffre di disturbi gastrointestinali.
Questa preziosa bevanda può essere gustata calda in inverno e fredda o tiepida durante l’estate. Versate uno o due cucchiaini delle sue foglie in una tazza d’acqua bollente, lasciate riposare per cinque minuti e filtrate. Una tazza al giorno è la dose corretta.

Il tè verde

2.  IL WAKAME O ALGA BRUNA
Il wakame è un tipo di alga utilizzato come alimento in molti paesi orientali, grazie alle notevoli quantità di proteine e sali minerali in essa contenute. In Europa è meno conosciuta ma sta pian piano ottenendo sempre più consensi e viene utilizzata più frequentemente anche nella nostra alimentazione.
Si tratta di un alimento molto adatto ad una corretta dieta poiché contiene un aminoacido, il triptofano,  che fa da complemento ad altre fonti vegetali, come i legumi e i cereali. Viene molto usata nelle diete vegetariane per il ricco apporto proteico. Scopriamo insieme i suoi principali benefici.
Il wakame esercita una importante azione antiossidante grazie alla fucoxantina,  accelera il metabolismo favorendo il calo di peso e l’eliminazione dei grassi superflui, permette di ottenere un effetto saziante e lassativo che contribuisce a favorire l’azione dimagrante, presenta un’alta percentuale di vitamine, tra cui quelle del gruppo A, C, E e K,  oltre ad essere una buona fonte di minerali, quali calcio, ferro, iodio e selenio, aiutando quindi a prevenire l’invecchiamento cellulare e garantendo una pelle giovane e senza rughe, se consumata ovviamente all’interno di una dieta varia ed equilibrata. Contiene inoltre  iodio e selenio che favoriscono la corretta funzionalità della tiroide. Inoltre, ha proprietà anticoagulanti ed anche proprietà antibiotiche.
L’alga wakame ha un sapore forte e salato che la rende ideale per zuppe e verdure cotte, ma anche fritta. Si usa  sminuzzata in cottura ed è venduta fresca o secca.

Il wakame o alga bruna

3.  IL PESCE
C’è ben poco da dire sul pesce, che tutti noi conosciamo e che abbonda da sempre sulle nostre tavole.  Il pesce contiene i famosi OMEGA 3, grassi polinsaturi che combattono diverse condizioni quali trigliceridi e colesterolo elevati, aumentando invece il cosiddetto “colesterolo buono” o HDL, l’ipertensione, i disturbi cardiaci, il rischio di insorgenza di ictus, varie forme di artrite, il diabete e l’osteoporosi. Inoltre il pesce favorisce la perdita di peso ed è stato dimostrato che interviene favorevolmente nel controllo di depressione e disordine da deficit di attenzione e da iperattività.
L’ideale è consumare 4 porzioni di pesce di mare alla settimana, tra salmone, tonno fresco e non in scatola, merluzzo, sgombro e pesce azzurro. Le cotture ideali per mantenere intatti i grassi del pesce sono quelle al forno, al vapore o ai ferri. Va bene anche bollito con olio extravergine di oliva e limone ma bisogna tagliarlo a pezzi e farlo cuocere 10-15 minuti. Non va mai fatto cuocere troppo a lungo altrimenti perde le sue proprietà.

4.  IL CACAO
Chi di noi non consuma cacao? In polvere, tavolette di cioccolata, cioccolatini, creme spalmabili, dolci….. una delizia! Non per nulla i Maya lo avevano definito “cibo degli dei”  e la sua magica polvere viene utilizzata da oltre 2000 anni in pratiche terapeutiche di molte popolazioni dell’America del Sud. Merito dell’alto contenuto di flavonoli, antiossidanti molto potenti in grado di proteggere i neuroni rallentando il decadimento cognitivo. Inoltre gli antiossidanti del cacao aiutano a combattere l’azione dei radicali liberi, mentre teobromina e caffeina aiutano a mantenere la concentrazione. La serotonina e la tiramina in esso contenute sono utili contro la depressione e i disturbi d’ansia. ll cacao è anche molto energetico, è dunque bene non esagerare con il consumo. Per questa caratteristica è particolarmente consigliato agli sportivi e agli adolescenti.
Il modo migliore per utilizzare questa preziosa sostanza è consumare cioccolato fondente extra di qualità, con un contenuto di cacao non inferiore al 70%. Per avere buoni benefici ne bastano 20-40 g al giorno.

Il cacao

5.  LE PATATE VIOLA
Dal caratteristico colore violetto della sua polpa, questa patata dolce di origine sudamericana rappresenta una incredibile fonte di carboidrati, ha un basso indice glicemico, evitando così pericolosi picchi di insulina e risultando quindi indicata per le persone obese, in sovrappeso o diabetiche, è ricca di molte vitamine ed in particolare di vitamina C, potente antiossidante che protegge dall’invecchiamento cellulare, e di antocianine, flavonoidi noti per la loro azione antiossidante e quindi antiaging e di prevenzione di molte malattie degenerative, che le conferiscono il caratteristico colore violaceo. Pare che questo mix salutare di proprietà contenuto nella patata viola abbia la capacità di attivare il famoso gene FOXO3, detto anche il gene della longevità.
Possono essere consumate mescolate ad altre patate nel purè, in minestre, per fare gli gnocchi o anche semplicemente bollite.

La patata viola

6.  I MIRTILLI
I mirtilli sono golosi frutti di bosco, la loro stagione è l’estate ma ormai si trovano tutto l’anno. Buoni e smolto sani, hanno infinite proprietà, scopriamo le principali.
Innanzitutto sono potenti antiossidanti naturali, perché contengono una serie di vitamine dotate di questa capacità (come la vitamina C) ma soprattutto grazie alla presenza delle antocianine, sostanze che appartengono alla classe dei flavonoidi.
Il mirtillo ha ottime proprietà antinfiammatorie, soprattutto per l’intestino. Sono spesso consigliati a chi soffre di problemi venosi: gambe gonfie, crampi, varici, emorroidi e altre problematiche circolatorie che si intensificano soprattutto nella stagione calda. In situazioni acute risulta più utile prendere un integratore con alte concentrazioni dei principi attivi del mirtillo piuttosto che mangiarli freschi. Inoltre da alcune ricerche è emersa la capacità del mirtillo di abbassare la concentrazione di colesterolo cattivo.
I mirtilli sono ricchi di acqua e quindi favoriscono la diuresi, riducono la ritenzione idrica e, grazie a tutti i principi attivi in essi contenuti, riescono anche a prevenire cistiti e altre infezioni alle vie urinarie.
In ultimo, questi frutti, o meglio l’integratore più ricco di principi attivi concentrati, sono un ottimo coadiuvante in caso di problemi alla retina e ai capillari degli occhi.
Come usarli: i mirtilli vanno consumati freschi, nello yogurt o in insalate di frutta, con i cereali o anche da soli con un pizzico di zucchero.

I mirtilli

Ricordate comunque che pur essendo “superalimenti” questi preziosi elementi naturali portano solo alcuni benefici e funzionano al meglio all’interno di una dieta equilibrata e la loro azione dipende molto anche dall’età di chi li consuma e dal tipo di patologia.
La cosa migliore, in presenza di uno qualunque dei disturbi sopra descritti, è che vi rivolgiate prontamente al vostro medico di fiducia che potrà valutare correttamente le vostre condizioni di salute e le terapie più idonee. 
Questo articolo ha il solo scopo informativo e non è assolutamente uno stimolo alla “cura fai-da-te” , assolutamente sconsigliata.

 

Fonti:  Internet

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: