Questo sarà un articolo un pò diverso dal solito, perchè vi voglio parlare di qualcosa a cui tengo molto, l’arte di dipingere su stoffa, grazie alla quale creo cose particolari che possono piacere o meno ma che mi danno comunque tantissima soddisfazione.

dipingere su stoffa beg

Cercherò di raccontarvi un pò come si fa a fare bellissimi disegni su vari tessuti, e di spiegarvi quali materiali usare, le tecniche e soprattutto alcuni piccoli accorgimenti per far sì che il vostro lavoro renda al massimo e duri nel tempo.

E’ ovvio che di base dovete possedere un elemento che non si compra e non si crea dal nulla, ossia una buona capacità di disegnare sia inventando che riproducendo altri disegni.

Nello specifico il disegno su stoffa richiede sicurezza e mano molto ferma, perchè se sbagliate molto difficilmente potrete correggere, soprattutto quando si tracciano i contorni. Ma andiamo con ordine.

DIPINGERE SU STOFFA

Quali stoffe scegliere

La scelta del tessuto sul quale vorrete lavorare è molto personale e dipende anche dal capo che vorrete decorare. Diciamo però che vanno eliminate le stoffe “pelose” (lana, velluto, spugna ecc.) perchè il colore non aderirebbe come deve. Le stoffe migliori su cui disegnare sono:

  • cotone, meglio se non elasticizzato, e bianco o comunque chiaro se volete che i colori risultino brillanti ed intensi (ad esempio se volete fare una t-shirt)
  • jeans, sempre meglio se non elasticizzato, se volete fare decori neri, oro o argento e/o disegni pieni ma con colori molto coprenti altrimenti il risultato tende ad essere “sbiadito
  • raso a nastro, perfetto per realizzare bracciali, collarini (chokers) o nastri per capelli molto particolari e personalizzati.

Più avanti io vi farò vedere come si lavora sul cotone e sul jeans.

Che materiali e strumenti usare

I colori

Io utilizzo due tipi di colori da stoffa, quelli liquidi in barattolo e i pennarelli indelebili. I primi sono perfetti per disegni grandi e riempimenti, i secondi invece sono l’ideale per disegni stilizzati, scritte e contorni.

Va detto che mentre i primi vanno bene sia sul jeans che sul cotone, i secondi, soprattutto i colori chiari, rendono bene solo sul bianco, mentre il pennarello nero va bene anche sul jeans, come potete vedere dall’esempio che vi riporto di seguito.

Questo è un paio di jeans decorato interamente a mano con pennarello da stoffa ed applicazione di cristalli Swarovski neri.

I colori devono essere di ottima qualità, altrimenti non si stenderanno bene e al primo lavaggio tenderanno a sbiadire. Io uso i colori liquidi Fabric Paint marca Magicfly, set di 14 colori molto intensi e vibranti, e che includono anche versioni neon e metallic.

Sono assolutamente non tossici, permanenti e lavabili in lavatrice, seguendo correttamente le istruzioni d’uso.

dipingere su stoffa

Sono anche validissimi i colori Idea Stoffa marca Maimeri, acquistabili singolarmente, e disponibili in tinte normali più o meno coprenti, in colori neon e con pigmenti metallici. Hanno le stesse caratteristiche di durata e non tossicità dei precedenti e vanno usati allo stesso modo, attenendosi anche in questo caso scrupolosamente alle istruzioni.

dipingere su stoffa

I pennarelli

Per quanto riguarda i pennarelli uso quelli Premium di Arteza, sono ottimi, indelebili, non tossici, hanno bellissimi colori brillanti e ognuno ha la doppia punta, sottile da una parte per i contorni e più spessa dall’altra per i riempimenti.

Mi sono rifornita anche di un set di pennarelli neri Textile Marker, sempre dalla doppia punta, perchè il nero va per la maggiore.

dipingere su stoffa

I pennelli

Dotatevi di un set di pennelli di varie misure come quelli che vedete in foto, perchè a seconda del soggetto che volete dipingere su stoffa e soprattutto del riempimento che dovrete fare avete necessità di scelte diverse.

dipingere su stoffa

Abbiate sempre cura, una volta finito di dipingere, di lavare accuratamente con acqua i pennelli, di asciugarli tamponandoli bene senza sfregare per non separare le setole e di reinfilarli nei tubicini protettivi di plastica. Questo farà sì che le punte non si storcano rendendo il pennello inutilizzabile.

Le decorazioni

Le principali decorazioni che io uso per i miei lavori sono i cristalli Swarovski da applicare con il metodo della termoadesione. I cristalli si trovano di varie dimensioni e colori. Evito quelli troppo grandi perchè si possono staccare più facilmente, anche se la termoadesione, se ben fatta, garantisce una permanenza quasi eterna sul tessuto.

Se li acquistate (li trovate su Amazon) fate MOLTA ATTENZIONE che riportino le diciture “con colla termoattiva“, “hot fix” oppure “termoadesivi” altrimenti non vi servono a nulla. Eccovi alcuni esempi di cristalli. 

dipingere su stoffa

La procedura della termoadesione funziona così: c’è un particolare applicatore, che trovate sempre su Amazon e che vedete nella foto seguente. E’ dotato di punte cave di varie misure da avvitare sulla punta dell’applicatore e da scegliere in base alla misura del cristallo da applicare. 

Si sceglie la punta e si avvita sull’applicatore, si collega alla corrente e si aspetta che vada in temperatura. Dopodichè si poggia la punta calda sul cristallo dalla parte sfaccettata (quella che rimarrà a vista sul tessuto per capirci) e si “acchiappa” il cristallo.

Poi si volta lo strumento verso l’alto e si aspetta qualche secondo affinchè la colla si sciolga (lo vedete dal formarsi di bollicine sulla superficie piana del cristallo).

A questo punto, molto lentamente, ci si avvicina al punto del tessuto dove si vuole applicare il cristallo. Si volta lo strumento con movimento leggero e delicato e si appoggia al tessuto, tenendo premuto per almeno 10 secondi.  Poi si rimuove l’applicatore e il cristallo è fissato.

dipingere su stoffa

APPLICATORE STRASS – CLICK TO SHOP

Una piccola accortezza: mettete sotto il tessuto sul quale applicate i cristalli un foglio di cartone. Questo perchè un pò di colla potrebbe passare attraverso il tessuto, soprattutto se è sottile, e vi ritrovereste con due lati del capo che state decorando incollati fra di loro.

FATE ATTENZIONE A NON TOCCARE MAI LA PUNTA DELL’APPLICATORE QUANDO E’ CALDA PER EVITARE USTIONI ANCHE GRAVI.

dipingere su stoffa

ESEMPIO DI DECORAZIONE CON APPLICAZIONE DI CRISTALLI

DIPINGERE SU STOFFA – IL DISEGNO

Il disegno pieno

Il disegno pieno è quello un pò più “facile” da fare perchè, soprattutto se si usano colori chiari, è possibile fare correzioni se si sbaglia. Infatti una volta che il colore è asciugato, si può riprendere se abbiamo sbordato allargando il contorno. Inoltre si può coprire con un colore più scuro se non ci piace l’effetto e al limite si può mascherare piccoli errori con decori aggiuntivi come fiorellini, cuori, volute ecc. 

Vi faccio vedere come esempio un regalo che ho fatto ad un’amica tifosissima di Valentino Rossi, disegnando la famosa “tartaruga di Vale” su una t-shirt bianca. 

Per prima cosa mettete il solito foglio di cartone all’interno della t-shirt, dietro al lato che volete decorare, per non macchiare l’altro lato. Fate in modo che il tessuto stia ben teso, magari fermandolo al cartone con spilli o mollette. Poi con mano molto ferma tracciate interamente il contorno del vostro disegno.

dipingere su stoffa

Poi cominciate a riempire le varie zone con i colori, partendo sempre da sinistra verso destra (se siete mancine fate il contrario) per non trascinarvi dietro il colore con la mano e stando comunque attente a non toccare il colore appena steso.

Una volta finito, lasciate asciugare il capo per almeno 24 ore. Come ultima cosa da fare dovete stirarlo a rovescio, senza vapore e insistendo sul retro del disegno per almeno 5 minuti per fissare il colore al massimo. A questo punto il disegno è pronto e se volete potete completarlo applicando qualche cristallo qua e là, se no lo lasciate così com’è. I cristalli vanno applicati SEMPRE dopo la stiratura.

dipingere su stoffa

Non è obbligatorio che il contorno del disegno sia nero, in questo caso lo era ma se volete potete fare anche dei disegni realizzando il contorno con lo stesso colore con il quale farete il riempimento.

Il disegno stilizzato

Il disegno stilizzato, ossia privo di riempimento, è difficile. Richiede moltissima precisione e se si sbaglia difficilmente si può correggere. Il miglior consiglio che mi sento di darvi è di scegliere soggetti che siete in grado di realizzare. Non pretendete di fare cose troppo complicate perchè rischiate di buttare via tutto.

Vi faccio vedere come esempio il mio ultimo lavoro, un paio di jeans con dei fiori di loto su un lato che sto facendo per la figlia di una mia amica.

Prima di tutto, ricordatevi di proteggere il vostro lavoro infilando il nostro buon vecchio foglio di cartone all’interno della gamba del jeans. Poi come per il disegno pieno partite con la realizzazione del contorno del soggetto. Infine, con molta calma ed attenzione, arricchite con dettagli ed ombreggiature.

Come potete vedere, in questa situazione, soprattutto per quanto riguarda i contorni, se sbagliate è praticamente impossibile correggere, insomma, questo tipo di decorazione è un pò “senza rete“. Una volta finito, il lavoro completo si presenta così.

dipingere su stoffa

Lasciatelo asciugare 24 ore, poi stiratelo a rovescio come vi ho descritto prima e solo DOPO averlo stirato applicate i cristalli. Per renderlo più particolare ho previsto l’applicazione di cristalli neri su parte delle ombreggiature e di cristalli bianchi all’interno delle corolle dei fiori, per dare un pò di luce e contrasto. Il risultato finale sarà più o meno questo.

DIPINGERE SU STOFFA – ACCORGIMENTI 

Eccovi un piccolo elenco di cose che assolutamente non dovete trascurare:

  • per prima cosa attenzione al copyright! Se decorate per voi stesse o per fare un regalo ad un’amica non c’è problema, ma se vendete i vostri lavori non dovete riprodurre soggetti protetti da copyright
  • quando iniziate a dipingere su stoffa, acquistate capi non di marca e a prezzi bassi, perchè se sbagliate ( e capiterà, ve lo dico per esperienza!) non buttate via un sacco di soldi.
  • meglio dare una bella stirata ai capi da decorare anche PRIMA di iniziare il lavoro, questo renderà il tessuto bello liscio e agevolerà la stesura del colore.
  • lavate i capi a rovescio, con temperatura non superiore ai 30° e usando solo detersivi delicati. Asciugate sempre a rovescio.
  • non esagerate con il colore perchè non resti a chiazze o peggio ancora che formi una specie di crosticina dura che può deformare anche leggermente il tessuto e che è orribile da vedere
  • fate tante prove su un vecchio jeans che non usate più o su una maglietta consumata prima di iniziare il vero e proprio lavoro, io uso questi jeans che chiamo “il mio pastrocchio😉 dove ho provato tutti i decori che ho fatto finora.

dipingere su stoffa

Bene, spero che il viaggio nell’arte di dipingere su stoffa vi sia piaciuto e spero anche di avervi spiegato bene le varie procedure se volete provare a farlo anche voi. Vi lascio con le foto di alcuni miei lavori, se vi piacciono e li volete acquistare oppure se volete che vi realizzi qualche altro soggetto potete scrivermi nei commenti o a allisglam@gmail.com inviandomi la vostra richiesta.

Io vi farò un preventivo e naturalmente il lavoro eseguito sarà consegnato con regolare ricevuta fiscale. Resto a vostra disposizione per dubbi o domande su questo articolo. E grazie per il tempo che mi avete dedicato.

ALCUNI MIEI LAVORI – INTERAMENTE FATTI A MANO

dipingere su stoffa

JEANS CON DECORI ORO ED APPLICAZIONE CRISTALLI ORO

 

dipingere su stoffa

MINIGONNA CON ROSE ROSSE E GRIGIE, DECORI NERI ED APPLICAZIONE DI CRISTALLI ROSSI E NERI

 

dipingere su stoffa

FIOCCHI DI NEVE IN BIANCO PERLA E ORO CON APPLICAZIONE DI CRISTALLI BIANCHI

 

DIPINGERE SU STOFFA - ACCORGIMENTI 

FIORI ASTRATTI CON L’IMPIEGO DI COLORI, GLITTER E CRISTALLI

 

 

 

 

DIPINGERE SU STOFFA: ARTE, MODA E PASSIONE ultima modifica: 2021-02-05T16:39:47+00:00 da allisglam

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto