Oggi faremo un viaggetto culinario che ci porterà a scoprire cosa mangeremo nel 2024, tendenze food e curiosità davvero intriganti provenienti dalle cucine di tutto il mondo. Eh sì perchè anche la cucina segue dei trend, che derivano dagli indici di gradimento nei confronti delle proposte culinarie sul mercato e dalle abitudini alimentari più in generale.

 

3 newcomers in the Serena Family ❤ | by Serena | Serena

 

Secondo alcune ricerche svolte in università prestigiose come Harvard vedremo l’arrivo di quello che viene definito “Novel Food“, ossia nuovi tipi di cibo che si adattano alle nuove condizioni climatiche del pianeta. Ma parleremo anche di cibi che sono delle vere e proprie esperienze di gusto e che valgono le cifre spese per assaporarli.

Insomma ne leggeremo delle belle … anzi delle buone! Sempre se avrete la pazienza di leggermi, ma io sono fiduciosa e vado a incominciare! 😉

 

COSA MANGEREMO NEL 2024 – TENDENZE FOOD

Tra snack ed assaggi

Siamo una generazione sempre di corsa, e quindi fare un vero e proprio pasto è sempre più difficile per mancanza di tempo, perciò la nuova moda è senza dubbio quella degli snack, ossia spuntini ed assaggi misti che ci permetteranno di nutrirci “al volo” e nel contempo di restare aggiornati sulle nuove tendenze cibo. 

In pratica sono una specie di evoluzione dei finger food, e permettono con un costo moderato di esplorare cucine dal mondo e sapori e gusti particolari, magari anche con abbinamenti insoliti. Questo trend si traduce in mini sandwich e panini, involtini, praline, mini assaggi e spiedini tanto per farvi alcuni esempi.

 

cosa mangeremo 2024 tendenze food

 

La cucina fusion

In Italia non ha fatto il suo ingresso da molto, ma quest’anno la cucina fusion sicuramente avrà una notevole crescita nel nostro gradimento. Per “cucina fusion” si intende quel tipo di cucina tradizionale ma “contaminata” con elementi esotici provenienti da tutto il mondo.

Sarà tutta una scoperta fra spezie esotiche e anche superpiccanti, funghi, foglie di tè nero e frutti tropicali poco noti, come il frutto del drago, il rambutan, il longan e la guava rosa.

 

 

Novel Food

Come anticipato nella prefazione, per Novel Food si intende un tipo di cucina che utilizza alimenti o ingredienti nuovi che si adattano ai cambiamenti climatici presenti e soprattutto futuri. Si parla di carne coltivata, di cibi stampati in 3D e di cucina plant based, ossia a base di vegetali come i funghi in grado di riprodurre il sapore e la consistenza della carne e del pesce

 

Less is more

La cucina “less is more” prevede un largo utilizzo di ingredienti semplici e genuini, a chilometro zero e preferibilmente vegetali per la realizzazione di piatti che comunque avranno un sapore ricercato e soddisfacente. Al posto dei cibi ultra processati si useranno ingredienti fermentati naturalmente e condimenti come l’olio spremuto a freddo per evitare contaminazioni.

Gli ingredienti top di questa cucina? Il latte vegetale (riso, avena, cocco), i legumi, la frutta secca, il burro e la panna.

 

cosa mangeremo 2024 tendenze food

 

I piatti “da bere”

Tra aperipranzi ed apericene il gusto per i cocktails si è sempre più diffuso ed allargato, e la nuova proposta prevede i cosiddetti “cibi da bere” ossia cocktails dal sapore perlopiù salato e davvero insolito che richiamano famose ricette. Potremo gustare il Waldorf Salad al sapore di insalata, il Caprese Martini, l’Everything Everywhere con gin infuso al salmone, vermut e capperi per evocare il bagel. E per concludere l’Espresso Martini al sapore di caffè. Insomma un pasto completo!

 

cosa mangeremo 2024 tendenze food

La ricetta dell’Espresso Martini di “Il Club delle Ricette” . Cliccate per leggerla!

 

L’anno delle zuppe

Ebbene sì, rispolverate i vecchi ricettari delle nonne perchè la zuppa torna protagonista delle nostre tavole! Nei prossimi mesi questo piatto sarà sempre più richiesto e riempirà i menu dei ristoranti e gli scaffali dei supermercati (in versione eat-to-go) in tutte le sue gustose varianti. Si andrà dalla tradizionale zuppa di verdura alle versioni più etniche come il ramen con i famosi noodles. Va detto anche che la zuppa è ecologica perchè permette di utilizzare verdure che altrimenti andrebbero buttate.

 

 

La cucina “allegra”

Colorata, fantasiosa e che richiama le tonalità di moda, ecco una cucina che ci sorprenderà e che sarà quantomai instagrammabile. Come sanno tutti coloro che sono aggiornati sui trend moda, il “Peach Fuzz“, un arancione tenue tendente al pesca,  è il colore dell’anno e così troveremo la pesca nelle insalate, nei dolci e nei frullati ma anche come guarnizione di portate di carne, pesce e formaggi. 

 

cosa mangeremo 2024 tendenze food

Cruditè di pesce con pesche – Da www.saporie.com – Cliccate per la ricetta!

 

I fiori edibili

Un’altra tendenza “colorata” è quella dei fiori edibili, una volta usati solo come decorazione ed ora invece proposti come singolari insaporitori delle pietanze. I più gettonati saranno i fiori di ciliegio e le violette. Ma saranno anche alcune erbe ed elisir a creare un mix di nuovi sapori con tanti benefici per la salute, grazie alle vitamine in essi contenute, ai loro poteri antiossidanti e antinfiammatori.

 

cosa mangeremo 2024 tendenze food

Scoprite tutti i fiori edibili cliccando sull’immagine!

 

Il grano saraceno

Il 2024 sarà l’anno del grano saraceno, ottima fonte di fibre e proteine e senza glutine. In America è già largamente usato, trasformato in bevande, usato per rendere più invitante la cioccolata calda o come rivestimento croccante di alcuni pesci, oppure più semplicemente sotto forma di crackers e muesli. In alternativa troveremo l’amaranto, grano antico ricco di fibre, proteine, manganese, magnesio, fosforo e ferro. Si può cucinare come un cereale, come popcorn o usato in pasticceria come farina senza glutine.

 

cosa mangeremo 2024 tendenze food

 

Ti piace piccante?

Tutti conosciamo i peperoncini vari e i jalapeños. Ma ora è il momento di provarne nuove varietà che si stanno diffondendo sempre di più sul nostro mercato sia freschi che macinati oppure in salamoia. Ad esempio lo Scorpion, che viene da Trinidad ed ha un’elevatissima concentrazione di capsaicina. Oppure il Guajillo, il più usato in Messico o i Goathorn ungheresi. Li troveremo anche nei supermercati sotto forma di salse e oli. Anche il Tajin, un mix di peperoncino, lime e sale marino, molto famoso in Messico, si userà per il sushi, alcuni dessert, per frutta e perfino sorbetti.

 

 

Piccole coccole

I dolci piacciono a tutti, ma viviamo in un mondo social che ci vuole sempre in forma e snelli, perciò molti di noi considerano i dolci come un vero peccato mortale. Ma niente paura, direttamente da TikTok la “Little Treat Culture che sta letteralmente spopolando sulla piattaforma social, arriva nel mondo del food con un’infinità di piccole coccole, ovvero miniporzioni di dolcetti o cioccolatini prodotti da vari brand che ci consentiranno di indulgere nel piacere di qualcosa di buono senza sentirci in colpa. 

 

cosa mangeremo 2024 tendenze food

 

A tutto cacao

Il cacao è un alimento che, inutile a dirsi, non entra nella nostra alimentazione oggi. Ma bisogna precisare che molti dei componenti del cacao fino ad ora erano considerati materiale di scarto. I nuovi trend vedono l’utilizzo della polpa del cacao per la realizzazione ecosostenibile di marmellate, gelatine e acqua di cacao, con eccellenti proprietà diuretiche. La polvere di cacao viene invece proposta come alternativa allo zucchero comune.

 

cosa mangeremo 2024 tendenze food

 

L’acqua

E a questo punto vi chiederete: ” Ma che c’entra l’acqua?“. L’acqua infatti solitamente non è considerata un alimento e non è all’inizio della nostra lista quando si parla di spesa responsabile. Invece, con gli sconvolgimenti climatici a cui stiamo assistendo e con il problema dell’inquinamento, dovremmo preoccuparcene come di tutto il resto del sistema alimentare.

Per fortuna alcuni brand del settore ne sono consapevoli e così cominciamo a vedere l’utilizzo di acqua ricavata dai sottoprodotti della frutta, altrimenti solitamente scartati. Si cerca di utilizzare le ostriche d’allevamento per filtrare l’acqua e ripristinare così gli ecosistemi costieri. E sul mercato ci sono sempre più prodotti che non usano l’acqua, come gli shampoo secchi e le creme solide e detersivi e detergenti per la casa privi di sostanze inquinanti per fiumi e mari.

 

 

Un caffè per cominciare

Non so per voi, ma per me la giornata non inizia finchè non bevo un bel caffè. Ma come ben sappiamo il caffè da sì energia ma ha anche diverse controindicazioni, soprattutto per chi soffre di ipertensione. Il trend “clean caffeine” ci aiuterà a darci la carica che ci serve senza impatti sulla nostra salute. Troveremo nuovi tipi di caffè e  bevande energetiche a base di funghi e probiotici e vedremo l’utilizzo dei chicchi del caffè verde al posto di quello tradizionale per una bevanda ugualmente gustosa e stimolante ma più sana.

 

I superfood dell’anno

Diamo uno sguardo ora a quelli che, per le loro particolarità benefiche, vengono definiti “superfood” e che saranno “di tendenza” sulle nostre tavole per quest’anno.

  • la Chlorella è un’alga verde che cresce in acqua dolce, invisibile a occhio nudo ma ricca di nutrienti quali proteine, ferro, vitamina C e omega-3. E’ depurativa, rafforza le difese immunitarie, riduce colesterolo, pressione e livelli di glucosio nel sangue e aumenta la resistenza fisica. Basterà sciogliere mezzo cucchiaino di polvere di chlorella in un bicchiere d’acqua, succo di limone e qualche foglia di menta fresca per un drink bello da vedere e gustoso, oppure fare un goloso smoothie con l’aggiunta di banane, zucchero di canna e yogurt.
  • il Camu Camu è una piccola bacca acida che arriva dalla foresta amazzonica ed è uno dei frutti in assoluto più ricchi di vitamina C e quindi ad alto potere antiossidante. Lo trovate in polvere e può essere aggiunto a frullati, yogurt o succhi di altra frutta. 
  • il Teff proviene dall’Etiopia ed è un alimento base ricco di proteine, fibre, calcio, ferro,  manganese, rame, magnesio, potassio, zinco e lisina, un aminoacido che non sempre si trova negli altri cereali. Ha un indice glicemico relativamente basso e può essere usato per la preparazione di zuppe e porridge o aggiunto ad altri prodotti da forno come la farina.

 

cosa mangeremo 2024 tendenze food

 

Il nostro viaggio culinario è giunto al termine. Mi auguro che vi abbia incuriosito, che vi sia piaciuto e che magari vi possa essere utile. E se sperimenterete questi nuovi sapori fatemi sapere cosa ne pensate!

 

 

 

FOOD TRENDS, COSA C’E’ DI NUOVO IN TAVOLA? ultima modifica: 2024-05-17T11:09:56+00:00 da allisglam

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *